I tuoi diritti di apprendista

Lavoro nero

Chi lavora in cambio di una retribuzione senza essere annunciato alle assicurazioni sociali, alle autorità fiscali o all’ufficio immigrazione lavora in nero. Anche i lavori rimunerati effettuati durante le vacanze devono essere dichiarati per non essere considerati come lavoro nero. Lo stesso vale per le ore di straordinario che vengono compensate in denaro, ma non figurano nel conteggio dello stipendio. Devi annunciare alle assicurazioni sociali, all’autorità fiscale e al formatore in azienda anche le occupazioni accessorie; la dichiarazione è facoltativa solo se il reddito annuo complessivo è inferiore a 2000 franchi. Anche dopo la formazione di base non dovresti firmare nessun contratto di lavoro che non preveda le deduzioni per le assicurazioni sociali. Lavorando in nero non sei protetto né per quanto riguarda la durata del lavoro e del riposo, i termini di disdetta e il salario minimo, né in caso di perdita del lavoro o di infortunio. In caso di controllo, ad essere sanzionato non è soltanto il datore di lavoro, ma anche il lavoratore. Possono esserti inflitte sanzioni anche se non paghi i contributi sociali obbligatori e l’imposta sul reddito.

Diritti correlati

Base legale

CO art. 329d
LLN
I tuoi diritti di apprendista
Torna su